recensione di "odore di bimbo" di Giovanna Albi

17 Mar 2013 - 16:55:08
trama:


Un viaggio nella memoria di Chiara, personaggio complesso e dotato di notevole capacità di autoanalisi. Attraverso riferimenti filosofici, storici e a personaggi della letteratura e della mitologia classica, Chiara ripercorre la sua vita dall'infanzia alla maturità, e descrive il suo rapporto con l'uomo che ama, un uomo che profuma di bimbo, di borotalco e di Plasmon.


recensione:


"Odore di bimbo" è senz'altro un libro molto complesso da leggere con estrema attenzione e con spirito di osservazione. Non siamo davanti ad un romanzo canonico tradizionale, di quelli con una trama precisa dove avviene un qualcosa di specifico: direi piuttosto che si tratta di una serie di trattati, non li definirei racconti perché sarebbe riduttivo.


Un racconto, come un romanzo in miniatura, racconta in breve delle storie: in questo libro, l'autrice in maniera diversa, tende a spiegarci, sotto forma di saggi, tutta un serie di esperienze molto intense e personali, grazie alle quali Chiara la protagonista analizza sé stessa per arrivare a comprendere il suo rapporto di coppia.


Come lo fa?


Immedesimandosi in una lunga carrellata di personaggi mitologici e non alle quali lei si ispira per spiegarci la sua vita matrimoniale.


Spiegarlo così non è comunque sufficiente a capire l'intento di Chiara: lei anzitutto vuole farci capire la sua persona, come ragiona e come si esprime. Una volta arrivati alla sua completa comprensione, il lettore può guardare oltre e cercare di leggere tra le righe della sua particolare percezione della sua vita in due.


E alla fine di tutto questo complesso percorso a che conclusioni si giunge?


Ad osservazioni, a mio giudizio molto acute. In primis, a quella grande differenza naturale e fisiologica tra uomo e donna che, di per sé, non è una differenza negativa poiché è la natura stessa che ci vede diversi maschi e femmine: a tal guisa, il modo di porsi davanti ai casi della vita, ai problemi, alle scocciature e a cose varie ed eventuali è differente tra uomini e donne.


In seconda battuta, forse banale a dirlo ma in realtà è proprio così che vanno le cose, una donna avrà sempre dalla sua una maggioranza di parte razionale ed un uomo sarà più spinto verso la parte emozionale.


Cervello contro cuore.


E laddove una donna ci mette il cuore, un uomo ci mette la sua parte squisitamente fisica.


Come direbbe l'autrice: un uomo odora di plasmon e latte in polvere; una donna di cose vissute.


Admin · 199 visite · Lascia un commento
Categorie: Prima categoria

Link permanente al messaggio intero

http://blogdellerecensioni.blogattivo.com/blogdellerecensioni-b1/recensione-di-odore-di-bimbo-di-Giovanna-Albi-b1-p19.htm

Commenti

Niente Commento per questo post ancora...


Lascia un commento

Statuto dei nuovi commenti: Pubblicato





Il tuo URL sarà visualizzato.


Prego inserisci il codice contenuto nelle immagini


Testo del commento

Opzioni
   (Imposta il cookie per nome, email e url)


  

Ultimi Commenti

Grazie Angela!

24.11.15 @ 18:49:40
da Vivienne


Per iniziare bene con il tuo ...

30.03.12 @ 20:07:39
da Admin


Calendario

Giugno 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 << < > >>
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatori: 2

rss Sindicazione

Link