Recensione di "L'amore è una favola" di Annarita Briganti

18 Nov 2015 - 23:40:15
trama:
Tutti sanno cos’è l’amore, ma nessuno, forse, sa comprenderlo totalmente. Perché l’amore non accetta definizioni: è un’esperienza che va vissuta fino in fondo. Come fa #Gioia Lieve, la protagonista del nuovo romanzo di Annarita Briganti, che attraversa la vita e i sentimenti con la felicità e la leggerezza che il suo nome suggerisce, nei limiti del possibile. Gioia è una giornalista culturale freelance, ovvero precaria, e una scrittrice. Conosce Guido Giacometti, l’Artista, per un lavoro che inizialmente non voleva fare. Una delle sue più care amiche, Marcella, le chiede all’ultimo minuto di scrivere la prefazione al catalogo della mostra dell’Artista, Cuori Ribelli, che sarà inaugurata al Museo Madre di Napoli, il giorno di San Valentino. E così Gioia incontra Giacometti, enfant prodige della scena artistica, nonché seduttore seriale. È amore a prima vista, ma un amore difficile e contrastato, che lei cerca di far crescere contro tutto e contro tutti. Tra presentazioni di libri, festival, vernissage e pranzi in riva al mare, seguiamo la loro storia, fino all’inatteso epilogo. Ambientato tra Milano e Napoli, tra Arte e Editoria, L’amore è una favola contiene anche una dura condanna della violenza contro le donne, che irrompe nella complicata esistenza della protagonista. Un romanzo che parla della vita, per tutti quelli che hanno il coraggio di amare, lottare, sperare.

recensione:
Molto spesso ci si chiede che cosa sia l'amore: io nel corso degli anni ho sentito un sacco di risposte, le più svariate; alcune stupide, altre con più senso.
Anche Gioia, la protagonista di questo romanzo, se lo chiede. Tuttavia, per comprendere le risposte che lei si darà nel corso della narrazione, abbiamo bisogno di capire di chi stiamo parlando. Come ben sappiamo, il valore che diamo ai grandi sentimenti della vita umana è determinato dal nostro vissuto, dalla nostra cultura e dai nostri convincimenti: in questo frangente, Gioia Lieve deve essere analizzata sotto due punti di vista (questo perchè la sua visione dell'amore è tutt'altro che convenzionale): in prima battuta, le sue esperienze pregresse in fatto di rapporti con l'altro sesso, estremamente deludenti oserei dire; la maternità negata, impossibile da raggiungere nonostante estenuanti interventi medici; la liquidità quasi totale della sua cerchia di amicizie (di bassissima statura morale); una ricerca quasi estenuante ed ostentata di amici di letto per rivendicare il proprio diritto ad essere una donna felice e realizzata. Secondariamente mi piacerebbe sottolineare anche la situazione professionale della protagonista: non certo stiamo parlando della classica donna "casa e chiesa": Gioia è una donna in carriera, poco avvezza al focolare domestico, alla cura forse tradizionale del proprio uomo: non ha orari, non ha regole. Ecco perché dobbiamo comprendere la sua visuale quando lei stessa si chiede cosa vuole dall'amore.
Lei pretende un amore che sia libero nella misura nella quale nessuno deve annullarsi per l'altro ed allo stesso tempo un amore totale poichè le delusioni subite l'hanno giustamente indotta a tenersi lontana da uomini che la potrebbero nuovamente ferire (azzeccatissima l'idea dell'amico con beneficio visto come uomo yogurt a breve scadenza). Sembrerebbe un paradosso ma stiamo parlando di Gioia e con lei tutto è possibile proprio per il suo background e la sua posizione sociale.
E se questo amore arriva?
Qui facciamo la conoscenza di Guido. Forse sfuggente, forse enigmatico, forse misterioso per i più ma ripeto: nel mondo ovattato della carta stampata risiede questo ed altro e forse Guido risulterebbe essere indigesto per la maggior parte delle donne abituate a far la maglia e i tortellini ma non certo per Gioia.
Volete sapere come andrà a finire? Lo scoprirete leggendo questo bel romanzo che proprio in questi momenti storico - culturali così intensi tocca tematiche di grande spessore quali lo stalking, il terrorismo, le differenti forme di amore... Insomma, materiale che scotta. 
Buona lettura.
Admin · 158 visite · 0 commenti

Link permanente al messaggio intero

http://blogdellerecensioni.blogattivo.com/blogdellerecensioni-b1/Recensione-di-L-amore-e-una-favola-di-Annarita-Briganti-b1-p70.htm

Commenti

Niente Commento per questo post ancora...


Lascia un commento

Statuto dei nuovi commenti: Pubblicato





Il tuo URL sarà visualizzato.


Prego inserisci il codice contenuto nelle immagini


Testo del commento

Opzioni
   (Imposta il cookie per nome, email e url)


  

Ultimi Commenti

Grazie Angela!

24.11.15 @ 18:49:40
da Vivienne


Per iniziare bene con il tuo ...

30.03.12 @ 20:07:39
da Admin


Calendario

Giugno 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 << < > >>
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatori: 2

rss Sindicazione

Link