Recensione de "L'inganno" di Antonio De Cristofaro

31 Mar 2016 - 22:14:49
Trama:
Sandro è un uomo per certi versi novecentesco: conduce una vita discretamente agiata, ha una moglie, due figli grandi e un lavoro che gli reca grandi soddisfazioni. È un uomo compiuto, un borghese perfetto che agli occhi del mondo (e del paese d'origine) ha avuto tutto dalla vita. Ma questo quadretto familiare è solo uno specchio deformante, una sorta di inganno costruito da Sandro contro se stesso. Inquieto come un personaggio di Moravia, nasconde dentro di sé una profonda insoddisfazione, dalla quale si è allontanato grazie ai successi professionali. È solo una fuga temporanea, perché bastano pochi eventi e soprattutto la conoscenza di un'avvenente collega per far riemergere tutta l'infelicità e la frustrazione. Ma non basterà a salvarlo da se stesso: sarà solo il segnale, palese, di un non più rinviabile confronto col proprio Io e con la sua famiglia. Un confronto che, grazie ancora una volta ad una donna, avrà un finale audace.

Recensione:
Un romanzo molto profondo che ci pone davanti moltissime riflessioni. La prima, quella che ho fatto io è stata questa: ma noi siamo veramente soddisfatti della vita che conduciamo? Ci appaga? O forse è tutta una maschera; un vestito che noi indossiamo per apparire belli agli occhi del mondo? Magari, più tristemente è un atto di autoconvinzione per dirci "Sì, dai... tutto sommato va tutto bene, poteva andarmi peggio." E poi sotto sotto, sappiamo perfettamente che quello che abbiamo costruito non corrisponde affatto a quello che avremmo desiderato.
Questo è il contesto in cui si muove Sandro, protagonista di questo romanzo a tratti psicologico, filosofico, di impegnativa lettura proprio per le riflessioni profonde che propone.
Uomo borghese, arricchito da un buon lavoro; sposo indefesso e padre esemplare a cui bastano poche, flebili incertezze perchè tutto il suo castello crolli. Per capire che sua moglie è di una noia mortale, che i suoi figli sono viziati e pieni di boria, che la sua vita non ha più nulla da dare.
E il fatto che il protagonista sia un uomo ci spinge a riflettere su come i desideri maschili e femminili in realtà cambino di molto nel corso degli anni e con l'evolversi della nostra routine quotidiana: arrivare a molti anni dal matrimonio e comprendere che le basi sulle quali si è costituito non sono solide; che alla fine, come ho detto all'inizio è tutto un autoconvincersi che "Sì, mi sposo così tanto poi vedrai che va bene..." 
E alla fine basta poco per buttare tutto alle ortiche, perchè le insoddisfazioni di una moglie e di un marito abbiano il sopravvento.
Romanzo interessante, la storia di Sandro si fa leggere e fa riflettere sul valore dei buoni sentimenti, della famiglia e su quanto flebile sia il confine tra il legittimo ed il criticabile: tutti ci ergiamo a giudici ma capire il perchè si commettano certi gesti alle volte è più complicato di quanto sembra.
Admin · 77 visite · 0 commenti

Link permanente al messaggio intero

http://blogdellerecensioni.blogattivo.com/blogdellerecensioni-b1/Recensione-de-L-inganno-di-Antonio-De-Cristofaro-b1-p87.htm

Commenti

Niente Commento per questo post ancora...


Lascia un commento

Statuto dei nuovi commenti: Pubblicato





Il tuo URL sarà visualizzato.


Prego inserisci il codice contenuto nelle immagini


Testo del commento

Opzioni
   (Imposta il cookie per nome, email e url)


  

Ultimi Commenti

Grazie Angela!

24.11.15 @ 18:49:40
da Vivienne


Per iniziare bene con il tuo ...

30.03.12 @ 20:07:39
da Admin


Calendario

Agosto 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 << < > >>
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

rss Sindicazione

Link